Dimostrazioni di volo


Da molti anni cerco di divulgare la conoscenza delle specie di rapaci e la loro conservazione in natura attraverso dimostrazioni di volo, nel pieno rispetto degli animali, garantendo una tra le più emozionanti esperienze che si possano fare in Italia.

Tengo molto a specificare che le mie attività non sono delle mere “esibizioni”, né tanto meno degli “spettacoli”, ma piuttosto delle reali dimostrazioni, dalla connotazione didattica, nelle quali è possibile osservare il naturale comportamento degli animali in totale libertà senza alcun tipo di obbligo o imposizione, assecondandone i più peculiari comportamenti di volo e di caccia, specifici di ciascuna specie.

L’unicità delle dimostrazioni, per impostazione e stile, riguarda l’approccio con gli animali protagonisti, basato sul rispetto e la fiducia reciproca, rafforzato positivamente dal contatto giornaliero, ma privo di qualunque forma coercitiva. Per questo gli uccelli, una volta in volo, sono realmente in condizione di esprimersi secondo la loro natura e liberi di decidere se accettare o meno la collaborazione e fiducia proposte loro dall’uomo.

Lo scopo di questa attività è principalmente quello di far conoscere il mondo dei rapaci in modo emozionale e diretto. Cerco di trasmettere, con professionalità e passione, l’importanza della conservazione e tutela di queste specie attraverso l’arte della Falconeria, anche a coloro che la ostacolano senza conoscerla. Falconeria non solo intesa come antica collaborazione tra uomo e rapace, da poco riconosciuta dall’UNESCO quale patrimonio immateriale dell’umanità, ma come attività al servizio di tutti. Infatti oggi è un utile strumento per l’allontanamento degli uccelli infestanti nei centri storici, negli aeroporti, in ambito agricolo e soprattutto per progetti di allevamento e riproduzione in cattività. Quest’ultima attività è molto importante, per la salvaguardia di specie minacciate, per la loro conservazione e reintroduzione in natura.

Ogni dimostrazione di volo è integrata da dettagliate spiegazioni storiche e scientifiche sulla falconeria e la biologia dei rapaci, che possono includere l’esposizione degli animali.


 

VOLO DEI FALCONI

Quello che più affascina del volo dei falconi, è la loro eleganza, l’impressionante velocità e la capacità acrobatica, infatti è possibile emozionarsi ad ammirare da molto vicino le loro evoluzioni aeree, difficilmente osservabili in natura.

Durante le dimostrazioni è possibile assistere al volo di differenti specie di falchi; si tratta di rapaci nati in cattività, addestrati con l’ausilio di uno strumento antichissimo che simula una preda in volo: il “logoro” che, roteato in aria dal

falconiere, permette di simulare un’azione di caccia, assecondando l’istinto predatorio del rapace, consentendogli così di esprimersi secondo la propria natura e permettendogli, nel tempo, di volare e cacciare in modo autonomo, mantenendo un ottimo e perfetto stato psico-fisico. Il falco può così soddisfare tutte le sue esigenze, biologiche e di volo, difficilmente ottenibili in qualunque altra condizione “captiva”.

 

 


 

VOLO DELLE AQUILE

Quando l’ambiente e le condizioni meteo lo permettono, è possibile assistere anche all’emozionante “alto volo” delle Aquile.

Come in natura, le aquile prendono quota sfruttando le correnti termiche ascensionali o il vento dinamico per raggiungere altezze impressionanti, per poi precipitarsi in picchiata al richiamo del falconiere e ricevere una ricompensa in cibo come sostituzione di una preda.

In caso di condizioni meteo non adeguate (assenza di correnti termiche e/o di vento) è possibile vedere il volo delle aquile richiamate al pugno dal falconiere o in simulazione di caccia per mezzo di una “traina” (finta preda che ricorda una lepre in corsa).

Insieme alle aquile possono volare anche altri rapaci affini, come nibbi e poiane che sfruttano naturalmente le stesse condizioni ambientali necessarie per il veleggiamento.

 


VOLO DI ALTRE SPECIE

Oltre al volo dei rapaci sopra descritti, è possibile anche conoscere e veder volare liberamente altre specie di grande interesse naturalistico come caracara, nibbi, poiane, gufi, gru e cicogne.