CORSI & STAGES


Giornate di avvicinamento al mondo dei rapaci e della Falconeria

Nel corso dell’anno effettuiamo stage di avvicinamento, durante i quali i partecipanti possono accostarsi in modo corretto al mondo dei rapaci, apprendendo le prime basi teorico-pratiche e potendo entrare in contatto con queste magnifiche creature nel pieno rispetto degli animali.

È bene ricordare che la gestione di un rapace e il suo addestramento al volo (sia volo libero che per caccia) richiede una profonda conoscenza tecnica, ma soprattutto umiltà e disponibilità ad imparare giorno per giorno.

Innanzitutto, prima di avventurarsi nell’acquisto di un rapace è indispensabile avere le basi tecniche e una buona conoscenza sulla biologia degli uccelli da preda. È quindi opportuno rivolgersi ad istruttori professionisti di grande esperienza, seguire lezioni per avere almeno una formazione tecnica, prendere confidenza con l’animale, conoscere le sue necessità e la sua gestione quotidiana.

Evitate di affidarvi a persone non esperte: purtroppo capita molto spesso di vedere tanti rapaci “rovinati” da persone di poca esperienza che si improvvisano professionisti e che ovviamente dispensano consigli (spesso sbagliati).

Come ultimo suggerimento per chi volesse avvicinarsi a questi animali è quello di ben considerare quanto impegno si è disposti a dedicare al proprio rapace: un rapace richiede tempo, cure, dedizione.

Bisogna essere pronti ad affrontare e a sacrificare altre attività per il benessere del nostro falco.

 

Stage della giornata di avvicinamento al mondo dei rapaci

Inizio attività – ore 10.30

Interruzione dalle 13.00 alle 14.00 (pausa pranzo)

Termine attività – ore 17.30

I partecipanti potranno apprendere importanti nozioni base sulla corretta gestione, allevamento e addestramento al volo in libertà di molte differenti specie di rapaci, avere un primo contatto diretto con gli animali e osservarne il loro volo e le esercitazioni di caccia; il tutto in una cornice paesaggistica unica, quella della valle del Casentino.

Una possibilità, dunque, per avere un primo approccio corretto verso questa disciplina, tanto affascinante quanto difficile e complessa, oltre che un’opportunità utile per capire effettivamente cosa significhi gestire correttamente un rapace. Una giornata all’insegna di un’esperienza unica in un’atmosfera di altri tempi.

 

PROGRAMMA:

– STORIA DELLA FALCONERIA

– CENNI SULLA CACCIA CON IL FALCO

– NOZIONI DI BASE SULL’ANATOMIA E LA BIOLOGIA DEI RAPACI

PRESENTAZIONE E SPIEGAZIONE DEGLI ACCESSORI NECESSARI E LORO UTILIZZO

( cappuccio, geti, logoro, lunghe, pertiche e blocchi, telemetria )

– NOZIONI DI BASE SULLA DETENZIONE E LA CURA QUOTIDIANA DEL RAPACE:

– COME SI ASSICURA UN FALCO

– TIPOLOGIE DI CAPPUCCI E LORO UTILIZZO

– COME PREVENIRE INCIDENTI

– PRESENTAZIONE DEGLI ANIMALI

– PRINCIPALI CATEGORIE DI RAPACI :

-falconidi: Falconi e CaraCara

-accipitridi: Aquile, Poiane, Astori, Sparvieri, Avvoltoi, Nibbi

-strigidi: Gufi, Civette, Allocchi,    

– DIFFERENTI TIPOLOGIE DI VOLO, ADDESTRAMENTO E CACCIA:

alto volo

basso volo

– ALIMENTAZIONE, SALUTE E MALATTIE

– PRIMI PASSI DELL’ADDESTRAMENTO

come si prende un falco dalla pertica

come si tiene sul pugno

come si pesa

– DIMOSTRAZIONE PRATICA DI ADDESTRAMENTO E VOLO DELLE VARIE TIPOLOGIE DI RAPACI:

( FALCHI, AQUILE, POIANE , CARACARA, NIBBI e RAPACI NOTTURNI )

– RICHIAMARE UN FALCO AL PUGNO

– RICHIAMARE UN FALCO AL LOGORO

– DIMOSTRAZIONE DI ALTO VOLO CON LE AQUILE (solo in caso di condizioni meteo idonee

 

Didattica per le scuole 

“Se si vuole creare nei giovani il senso della protezione della natura, la cosa più importante è il contatto diretto con gli animali” (Konrad Lorenz)

 

Questa attività è dedicata agli studenti delle scuole elementari, medie e superiori.

L’obiettivo prioritario è aprire una finestra conoscitiva sugli uccelli rapaci, sulle interconnessioni che li legano al territorio e sui motivi che hanno portato alcune specie ad essere molto rare o in via di estinzione.

Per quanto concerne l’aspetto naturalistico, verranno illustrate le caratteristiche etologiche e biologiche di ciascuna specie, mentre per l’aspetto storico verrà illustrata l’antica arte della falconeria dell’epoca medioevale di cui sono testimoni i numerosi borghi e castelli del Casentino.

Sarà possibile sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della tutela della natura, di cui i rapaci sono i più sensibili indicatori ambientali, e far conoscere e vedere animali di grande interesse naturalistico in simulazioni di caccia in totale libertà.

Un’occasione unica per avvicinare i ragazzi alla natura e alla storia medievale in modo interessante, facendo conoscere loro la collaborazione millenaria che l’uomo ha instaurato con i rapaci attraverso un profondo rapporto di rispetto e amicizia.

Storia e natura si incontrano in un contesto ambientale suggestivo, attraverso un itinerario storico e paesaggistico dei borghi e castelli del Casentino.

È possibile, per gruppi e comitive, abbinare anche la visita guidata al Castello dei Conti Guidi di Poppi e al Castello di Romena o la visita al Parco ZOO di Poppi dove, nei giardini antistanti, sarà poi possibile seguire una lezione didattica con i rapaci e una dimostrazione di volo.